LUNEDÌ 17/11

Una scena di desolazione e distruzione a Donestk nell'est dell'Ucraina. Foto Afp

Una scena di desolazione e distruzione, nell’est dell’Ucraina, a Donestk. Foto Afp

 

Riprendono le tensioni fra Ucraina e Russia. A scagliare la prima pietra questa volta è il leader ucraino Petro Poroshenko che, in un’intervista lasciata al giornale tedesco Bild, ha affermato “siamo preparati a una guerra totale”. Forte della crescita organizzativa e numerica, l’esercito ucraino sarebbe quindi preparato ad affrontare quello russo. Ipotesi che si concretizza se si guarda agli ultimi scontri nella zona filo russa di Donestk di questi giorni. È di oggi la stima che annuncia la morte di 6 soldati e 3 agenti di polizia ucraini a causa del conflitto che si è riaperto nell’area filo russa. Sono inoltre stati feriti altri 9 soldati e 5 poliziotti, segno che la tregua di Minsk, firmata lo scorso 5 settembre, fra Russia e Ucraina, non tiene.

Intanto Putin ha lasciato anticipatamente il vertice del G20 di Brisbane dopo aver affrontato le tensioni dei colloqui internazionali dove la questione dell’ Ucraina ha avuto grande rilievo. Prima di abbandonare la scena, Putin ha ribadito che non approva la scelta di Poroshenko di isolare economicamente l’est separatista.

Mentre di certo per ora c’è solo che la guerra continua a Lugansk e Donestk, portando distruzione continua, in un futuro che sembra molto prossimo si vedrà se davvero Poroshenko deciderà di schierare a pieno regime il suo esercito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...