Storie in foto. Ecco i vincitori del 2014 photo contest per National Geographic

Fotografi provenienti da 150 paesi diversi. Più di 9mila foto inviate. Un unico obiettivo: vincere la competizione fotografica più importante dell’anno. Un unico tratto comune: raccontare una storia per immagini.

Ci hanno provato i concorrenti del Photo Contest di National Geographic 2014. Hanno trionfato solo in 3, un vincitore per categoria. Nella prima, “Nature”,  vince Nicole Cambre, dal Belgio. Nella seconda, “Places”, Triston Yeo da Singapore. E nella terza, “Grand Prize and People”, si impone Brian Yen, di Hong Kong. Vedere per credere.

Nature

The Great Migration. Il salto nel fiume Mara. Nicole Cambre

The Great Migration. Il salto nel fiume Mara. Nicole Cambre

La fotografa belga ha una passione per la Groenlandia e l’Africa che immortala prevalentemente in bianco e nero. In questo caso si trovava al confine tre la Tanzania e il Kenia, sul fiume Mara. Centinaia di gnu saltano e si ammassano sulle rive del fiume creando un effetto visivo meraviglioso.

Places

Bathing in Budapest. Le terme di Budapest sono un'attrazione imperdibile sia per i turisti che per gli ungheresi. Foto di Triston Yeo

Bathing in Budapest. Le terme di Budapest sono un’attrazione imperdibile sia per i turisti che per gli ungheresi. Foto di Triston Yeo

Tristano Yeo è un giovane fotografo che ama le scene di vita quotidiana, le piccole cose che molti danno per scontato quando invece, lo dimostra l’immagine, non sempre lo sono. Fra le sue mete, Namibia, Laos e Turchia, ma la foto che l’ha fatto vincere la categoria “Places” l’ha scattata a Budapest, Ungheria. Quello che l’ha portato a scattare è ” Il vapore causato dalla grande differenza di temperatura tra l’acqua calda delle terme e quella dell’atmosfera. Tutto ciò rende l’esperienza della Spa molto più surreale e mistica”.

Grand Prize and People

Brian Yen, Hong Kong. A Node Glows in the Dark

Brian Yen, Hong Kong.
A Node Glows in the Dark

Da Hong Kong lo scatto più interessante per come ritrae la società moderna. È quello di Biran Yen. Negli ultimi 10 anni i data mobile, gli smart phones e i social hanno cambiato per sempre la nostra esistenza. Lo dimostra questa foto dove si vede una ragazza isolarsi completamente con il suo cellulare, nonostante sia circondata da persone su un affollato autobus. “Stava su Flickr o sui social libera come una farfalla” dice l’autore. La nostra esistenza non è più legata a dove siamo fisicamente dunque, siamo liberi di fuggire con la mente dove vogliamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...