Settimana 19-24/01

Sono continuate le proteste contro la campagna di solidarietà #jesuischarlie in varie parti del mondo. Bandiere francesi bruciate, frasi in difesa di Maometto, urla inneggianti alla guerra santa. E mentre Barack Obama, nel suo discorso dello scorso 20 gennaio al Congresso, annunciava nuove misure militari contro Isis, un altro gruppo di terroristi, quelli di Boko Haram, continuava a rapire centinaia di persone nei villaggi africani, soprattutto donne e bambini. L’ultima notizia in questo senso è quella di 50 bambini rapiti in un villaggio del Kamerun.

Nello Yemen, invece, i ribelli sciiti Houthi hanno dichiarato guerra al governo del presidente Abdel Hadi Mansur al quale chiedono da mesi di allargare la loro presenza in parlamento. I cecchini sciiti hanno preso posizione sui tetti nel tentativo di colpire il ministro della Difesa, mentre altri, armati di tutto punto, hanno circondato il palazzo presidenziale. Sembrerebbe ora che, secondo le informazioni fornita dai media vicini ai ribelli, si sia trovato un accordo fra le parti.

A Tel Aviv, mercoledì 21 gennaio, è tornata la paura degli attacchi solitari palestinesi. Un giovane di 22 anni ha accoltellato 12 persone su un autobus affollato alle 7.30 del mattino, ora di punta in cui la maggior parte delle persone si muovono per andare al lavoro. Il gesto è stato elogiato da Hamas.

Il Giappone intanto è sotto scacco dell’Isis che tiene in ostaggio due cittadini giapponesi e che ha chiesto un retrofront del premier Shinzo Abe nel dare appoggio militare agli Usa. Il conto alla rovescia di 72 ore annunciato dal boia nero protagonista dei video Isis è iniziato venerdì 23 gennaio e si attende ora di vedere quali saranno le mosse successive. Pare che il Giappone stia lavorando per la liberazione dei due uomini ma che non sia ancora riuscito a stabilire un contatto diretto con Isis.

Qui la settimana in foto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...