MERCOLEDÌ 29/04

Un momento delle proteste di Baltimora di questi giorni. Foto del Baltimore Sun

Un momento delle proteste di Baltimora di questi giorni. Foto del Baltimore Sun

Un ragazzo nero urla contro un poliziotto bianco. Gli va a pochi centimetri dalla faccia, è arrabbiato. Quante volte abbiamo già visto questa scena negli Usa dopo l’omicidio di Michael Brown? Tante. Questa volta da Ferguson, Missouri e New York, le proteste si sono spostate a Baltimora e il problema della questione razziale continua, divampa. A Baltimora tutto è iniziato con l’omicidio di Freddie Gray, un ragazzo nero di 25 anni morto nei giorni scorsi quando era in stato di arresto. Sembra che gli agenti lo abbiano picchiato fino a lesionargli la spina dorsale. Lo sdegno della comunità – non solo nera – della città è arrivata subito dopo la cerimonia d’addio a Gray. Secondo la polizia i manifestanti avrebbero iniziato a lanciare pietre contro gli agenti e a insultarli. E poi negozi bruciati, vetrine spaccate. Scene già viste che si ripropongono ai nostri occhi ogni volta che la questione razziale ritorna al centro del dibattito.

Secondo il Baltimore Sun, giornale locale, sono state arrestate 36 persone e 6 agenti sono rimasti feriti durante gli scontri. Fermato anche il fotografo Sait Serkan Gurbuz. Ha detto “stavo solo facendo delle foto”, a sua giustifica, mentre veniva circondato dalla polizia in strada e il suo reportage finiva lì, nelle vie da cui poco prima scattava foto, come questa, per Reuters

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...