Una fotografia per il futuro, sotto la guida di Steve McCurry

Alcune donne al lavoro in Afghanistan. La foto è stata scattata da alcune allieve afghane del fotografo Steve McCurry che ha insegnato loro le regole base del mestiere. Il progetto è supportato dall'associazione Arsu che opera sul territorio afghano da anni per trovare lavoro alle donne in difficoltà.

Alcune donne al lavoro in Afghanistan. La foto è stata scattata dalle allieve afghane del fotografo Steve McCurry che ha insegnato loro le regole base del mestiere. Il progetto è supportato dall’associazione Arzu che opera sul territorio afghano da anni per trovare lavoro alle donne in difficoltà.

L’emancipazione può passare anche dalla fotografia. Ci si può liberare della costrizioni sociali con un clic, ritraendo quello che di bello ci circonda, senza limiti o barriere, senza che nessuno lo impedisca. È quello che sta succedendo in Afghanistan grazie all’associazione Arzu e alla collaborazione di una star della fotografia mondiale: Steve McCurry.

Arzu (che in afghano significa speranza) vuole dare una possibilità alle donne per uscire dalla povertà e per far vedere loro il mondo e la libertà che caratterizza altri luoghi, altri paesi. Ma soprattutto si occupa di trovare lavoro a chi non ce l’ha. Job=peace. Anywhere in the world (lavoro significa pace, ovunque nel mondo), è lo slogan che Arzu ha pensato a questo proposito. Tante le iniziative. Da un orto comune coltivato dalle donne a corsi per arredo d’interni, fino a servizi prescolastici dove le maestre accudiscono i bambini anche nei momenti diversi da quelli della lezione. Ma i fondi servono in continuazione per realizzare tutto questo, e non sempre arrivano.

A dare una mano ci ha pensato il fotografo Steve McCurry che ha tenuto un corso a diverse donne per dare loro consigli su come scattare immagini professionali. Il tutto, in maniera gratuita. E i soldi che si ricaveranno dalla vendita delle foto andranno ad Arzu così che l’associazione possa finanziare nuovi progetti.

Le allieve di Steve McCurry.

Le allieve di Steve McCurry.

“È stato davvero un grande successo, hanno imparato molto velocemente”, ha detto McCurry di ritorno dal suo viaggio in Afghanistan. Gli scatti realizzati sono bellissimi, anche se le allieve erano alle prime armi. Merito anche della comunicazione tra il maestro e l’assistente del luogo Mariam Alimi “che ha ispirato e insegnato molto alle classi”, come ci ha tenuto a precisare McCurry. Dagli orti alle case di pietra tipiche del territorio afghano fino ai bambini che escono da scuola. Le nuove fotografe hanno saputo immortalare l’anima di un paese difficile dove però costruire un futuro è possibile, basta volerlo.

Qui alcuni degli scatti realizzati

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...