LUNEDÌ 12/10

Gli attimi dopo l'esplosione ad Ankara, Turchia. Nell'attentato sono morte 128 persone. Foto REUTERS/Tumay Berkin

Gli attimi dopo l’esplosione ad Ankara, Turchia. Nell’attentato sono morte 128 persone. Foto REUTERS/Tumay Berkin

Due kamikaze, centinaia di persone che procedono ignare e lente in un corteo pacifista. Poi l’esplosione, le urla e la tragedia.  Ad Ankara, in Turchia, il 10 ottobre un attentato ha spazzato via 128 vite, anche se secondo le fonti del governo la conta dei morti si fermerebbe a 95. E, dopo le prime ore di incertezza, pare che uno dei due kamikaze sia stato identificato. Si tratterebbe di un uomo di circa 25 anni mentre si pensa che la sua complice fosse una donna. Il giornale  Haberturk riporta che la polizia turca sospetta che uno dei due attentatori possa essere il fratello più grande del kamikaze di Suruc, al confine con la Siria, dove il 20 luglio scorso morirono 34 persone. E, secondo le prime indiscrezioni, è probabile che il mandante dell’attentato contro i pacifisti sia l’Isis, anche se al momento non ci sono rivendicazioni.Intanto il governo turco ha deciso di agire: l’11 ottobre sono stati arrestati 36 complici dello Stato Islamico in Turchia, durante un blitz delle forze dell’ordine. Poi, l’esercito turco  ha iniziato dei raid aerei contro  obiettivi del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) nel sudest della Turchia e nel nord dell’Iraq uccidendo 49 membri della guerriglia curda. Non è ancora tempo per quella pace che chiedevano i partecipanti a quella tragica manifestazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...