Speciale Bruxelles – La città fantasma protetta dai militari

Due militari pattugliano le strade di Bruxelles. Nella capitale del Belgio l'allerta è al massimo livello (numero 4) dopo gli attentati di Parigi del 13 novembre scorso. Foto Ansa

Due militari pattugliano le strade di Bruxelles. Nella capitale del Belgio l’allerta è al massimo livello (numero 4) dopo gli attentati di Parigi del 13 novembre scorso. Foto Ansa

Bruxelles in allerta, con un allarme anti-terrorismo massimo: 4 su 4. La capitale belga, da sabato 21 novembre, è blindata. I militari pattugliano ogni angolo, i cinema e i grandi magazzini sono stati chiusi così come le linee della metropolitana e quelle dei tram sotterranei. I concerti e gli eventi pubblici sono stati rinviati, mentre alla popolazione, il governo ha chiesto di evitare i luoghi affollati. Il ministro dell’Interno e vice primo ministro, Jan Jambon, ha dichiarato che “l’allarme rientrerà quando sarà ridotta la minaccia”. A Bruxelles si temono attentati sulla falsa riga di quelli di venerdì 13 novembre avvenuti a Parigi e costati la vita a 130 persone. Un filo rosso lega la capitale francese a quella belga, secondo quanto sostengono i servizi segreti dei due Paesi. Proprio in Belgio,  secondo quanto riportato dai media internazionali,  si nasconderebbe Salah Abdeslam, uno degli attentatori di Parigi in fuga. Il fratello del jihadista, estraneo ai fatti, ha detto che Salah “non è lontano e ha avuto dei ripensamenti, è molto intelligente, sa qual è la scelta giusta da fare”.

“Cerchiamo molteplici sospetti, è per questo che abbiamo messo in campo una simile concentrazione di risorse”, ha spiegato il ministro degli Interni belga. Sarebbero infatti dai dieci ai dodici i terroristi ricercati a Bruxelles e dintorni.  Ed è proprio per prevenire le azioni di questi jihadisti che la città è stata blindata, e che in ogni via è stata messa la sorveglianza di pattuglie militari. Scrutano e proteggono le strade a tre a tre, due fanti e un uomo della cavalleria. Intanto nelle case degli abitanti risuona l’avvertimento del governo alla tv: “Raccomandiamo a tutti i cittadini di rispettare le consegne di sicurezza e tenersi informarsi sui canali ufficiali”. E, per i pochi che passeggiano ancora per le strade, la sensazione è solo una: quella di ritrovarsi nel bel mezzo di una città fantasma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...